Il cadetto Cavour odiava la sua livrea di paggio

Luigi Mondini

Luigi Mondini (1895-1988)

Proponiamo un articolo pubblicato sul n. 12 di «Storia Illustrata» nel lontano dicembre 1958: l’argomento è l’educazione militare del giovane Cavour e le sue “disavventure” quando serviva a Corte come paggio del Principe di Carignano. Ne è autore il generale Luigi Mondini, bella figura di comandante e di storico militare, che qui vogliamo brevemente ricordare.

Luigi Mondini (Siracusa 1895 – Torino 1988) fu militare e storiografo. Entrato nel 1913 nella Scuola militare di Modena, ne uscì sottotenente di fanteria nell’agosto 1914. Prese parte alla prima guerra mondiale nella specialità mitraglieri fino al grado di capitano. Dopo la frequenza della Scuola di Guerra, comandò un battaglione del 37° Fanteria Ravenna di stanza in Alessandria per poi entrare nel Servizio Informazioni Militari. Addetto militare in Austria (1936–1938) e in Grecia (1938–1940), poi comandante del 63° Fanteria Cagliari sul fronte greco. Sottocapo di Stato maggiore della 11ª Armata, svolse opera di mediazione tra i civili greci e l’occupante tedesco, riuscendo a salvare molti ebrei destinati alla deportazione. Nel dopoguerra, come generale, fu capo dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, comandante dell’Accademia Militare di Modena e infine comandante della Divisione Mantova. Transitato nella riserva con il grado di generale di Corpo d’Armata. Studioso di storia militare con particolare riguardo al periodo risorgimentale e fecondo ricercatore e pubblicista, prese parte attiva all’allestimento del Museo del Risorgimento in occasione del primo centenario dell’Unità d’Italia (1961) in qualità di vicepresidente del Comitato ordinatore. Lasciò in dono la sua ricca biblioteca storico-militare al Comune di Grazzano Badoglio e al costituendo Centro culturale “Pietro Badoglio”.

Cenni biografici a cura di Alessandro Allemano

Cavour_Mondini

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in Risorgimento and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.