La scuola delle Annales

annales

Negli anni del primo dopoguerra si sviluppò in Francia una scuola storiografica del tutto innovativa, destinata a condizionare tutti gli studi storiografici successivi. Si tratta della scuola cosiddetta delle Annales, dal titolo della rivista, fondata nel 1929, Annales d’histoire économique et sociale. L’idea di questa pubblicazione nasceva dai suoi due direttori, Marc Bloch e Lucien Febvre, che sentivano l’esigenza di una nuova storiografia più concreta, priva di condizionamenti schematici, una vera e propria storia critica, in cui la linea tra storia e non storia è tracciata dalla capacità di porre nuove domande alle fonti e di rispondere in modo scientifico. Tra gli obiettivi della rivista e della scuola storiografica che ha ispirato sono la ricerca di una stretta collaborazione con le scienze sociali e il tentativo di pervenire a una storia il più possibile ‘globale’, contrapponendo alla storia come racconto di avvenimenti (événementielle) una storia concepita essenzialmente come proposta di problemi, non événementielle. Per comprendere i fatti storici era quindi necessario ricorrere a scienze ausiliarie, quali l’economia, la demografia, la statistica, la sociologia.

Per esemplificare le caratteristiche innovative di questa scuola storiografica, pubblichiamo un articolo di Gustave Glotz tratto dal primo numero della rivista e riguardante il prezzo del papiro nell’antica Grecia.


Le prix du papyrus

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in Storiografia. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.