Rosa Parks e il boicottaggio degli autobus di Montgomery

Il 24 ottobre 2005 moriva all’età di 92 anni Rosa Parks, attivista per i diritti civili dei neri d’America. La donna era assai nota per un’azione dimostrativa compiuta a Montgomery in Alabama, uno degli Stati in cui più pesantemente veniva praticata la segregazione delle persone di colore rispetto alla maggioranza bianca.

Rosa Parks ormai anziana

Il 1° dicembre 1955 Rosa si era rifiutata di cedere il posto a sedere su un autobus a un passeggero bianco. L’atto, che potrebbe apparire banale e di poco conto, provocò in realtà l’arresto della donna e un lungo boicottaggio degli autobus cittadini da parte degli utenti neri. Alla fine le norme segregazioniste che imponevano ai neri di sedere in particolari settori dei mezzi pubblici furono abolite, ma Rosa dovette sopportare pesanti minacce e numerosi atti intimidatori.
Poco tempo dopo la scomparsa di Rosa, su «History Review» del settembre 2006 la storica inglese Vivienne Sanders scrisse un articolo in cui confutava tre falsi miti sulla vicenda della Parks e del movimento per i diritti civili degli anni ‘50 e ’60 del secolo scorso.
Presento qui in formato PDF il testo dell’articolo nella mia traduzione.

Rosa Parks e il boicottaggio


Vivienne Sanders nel 2006 ricopriva l’incarico di Head of History alla Dame Alice Harpur School di Bedford, in Inghilterra. Conta al suo attivo numerose pubblicazioni riguardanti i movimenti per il diritti civili e le minoranza nere degli Stati Uniti. In particolare, Civil Rights and Social Movements in the Americas e Civil Rights in the USA 1945-68, pubblicati nella collana Access to History.

Oltre alla sintetica bibliografia riportata dall’Autrice in calce all’articolo, segnalo alcune altre opere su Rosa Parks che possono interessare il lettore:
Mary Hull, Rosa Parks, Chelsea House, New York, 2007
Anne Schraff, Rosa Parks, Saddleback Educational Publishing, Irvine CA, 2008
Joyce A. Hanson, Rosa Parks. A Biography, Greenwood, Santa Barbara CA, 2011
Jeanne Theoaris, The Rebellious Life of Mrs. Rosa Parks, Beacon Press, Boston, 2013

Interessante è anche la testimonianza delle nipoti di Rosa:                                                   Sheila McCauley Keys, Our Auntie Rosa, Tarcher, New York, 2015

Sulla vicenda di Emmett Till segnalo invece:
Davis W. Houck – Matthew A. Grindy, Emmett Till and the Mississippi Press, University Press of Mississippi, 2008
Timothy B. Tyson, The Blood of Emmett Till, Simon & Schuster, New York, 2017

Alessandro Allemano

Print Friendly, PDF & Email
This entry was posted in Secondo dopoguerra, Storiografia and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.